Oggi intervistiamo Gianluca Monopoli, uno dei coach de I Delfini, basket femminile. Ne approfittiamo per presentare un nuovo innesto: è Serena Stefano, la nuova atleta presa in prestito dalla polisportiva Bozzano Brindisi.

A proposito di basket femminile, soddisfatto dei risultati ottenuti?

Con la femminile è stata una vera e propria scommessa fatta da me e Angelo. In più, ho potuto contare sulla enorme collaborazione di Piero Gentile, Mery Veneziani, Alessandra Lacatena e Stefania Ignazzi. Stiamo raccogliendo i frutti di una vera e propria pazzia, mi piace definirla così e stiamo concretizzando ciò che abbiamo prontamente seminato.

L’ottimo lavoro fatto, al momento, con le ragazze in serie C dà merito alla continua ricerca di perfezione dietro le quinte.

Questa è una stagione di transizione. Lo sapevamo ma non per questo metteremo da parte l’ambizione di cercare la promozione in serie B, nonostante l’età media relativamente bassa delle ragazze occupate nel campionato di Serie C.

L’Under 16 è stata costruita sotto età. Quali sono le ragioni?

Stiamo provando a creare una squadra competitiva per il prossimo anno di Under 16 femminile, perché vogliamo cercare di migliorare sempre più l’asticella di difficoltà che ci siamo imposti per crescere. Con il Minibasket stiamo partendo con un numero cospicuo di bambine per permettere alla società di avere delle belle speranze per il futuro.

In ottica collaborazioni, spicca quella con Fasano.

Stiamo lavorando anche con le bambine di Fasano che partecipano al Minibasket: per noi è una collaborazione importante che permetterà successivamente ad alcune realtà pugliesi di poter affrontare dei campionati sempre più competitivi, con la creazione di un solido rapporto tra società.